Da Marzo 2016: Corso di formazione sulla “CONSULTAZIONE PARTECIPATA” secondo il metodo di Dina Vallino

Il corso è completo. Le iscrizioni sono chiuse

Responsabili del corso: Fiamma Buranelli e Marco Macciò

L’insegnamento di Dina Vallino nel lavoro con bambini e genitori 

Muovendosi per oltre trent’ anni con raffinata sensibilità e profonda esperienza lungo l’asse dell’osservazione del neonato, Dina Vallino ha dedicato la sua attività e ricerca clinica allo studio e realizzazione di un nuovo modello d’intervento preventivo precoce, uno stile di intervento in cui genitori e figli sono protagonisti insieme di una consultazione psicoanalitica inedita rispetto alla tradizione.
Questo percorso prende il nome di Consultazione Partecipata.

Compito della Consultazione Partecipata è, infatti, quello di esplorare il disagio del bambino per come si presenta nella seduta, incoraggiando i genitori a diventare oltre che interpreti, osservatori partecipi della relazione tra sé e il figlio, tenendo conto costantemente della centralità della sua mente affettiva, della sua persona, delle sue difficoltà, ma anche della sua creatività e originalità.

Un lavoro che coinvolge i genitori nella responsabilità della cura dei figli prima che sia deciso qualsiasi altro progetto d’intervento.

Il corso, presentato dal Centro per le Psicoanalisi Contemporanee, ha come obbiettivo quello di illustrare e approfondire alcuni aspetti del pensiero originale di Dina Vallino in relazione alla Consultazione Partecipata e di fornire, attraverso l’utilizzo di materiale clinico, testimonianza delle sue possibili applicazioni in diversi contesti.

Il corso prevede sette incontri mensili, di sabato, nelle seguenti date:

12 marzo 2016; 16 aprile 2016; 21 maggio 2016; 11 giugno 2016; 17 settembre 2016; 15 ottobre 2016; 19 novembre 2016

Programma

  1. La nuova concezione del lattante in Dina Vallino (Marco Macciò)
  2. Il modello della consultazione partecipata (Fiamma Buranelli e Marco Macciò)
  3. La consultazione partecipata applicata in ambito ospedaliero (Adriana Anderloni)
  4. La consultazione partecipata applicata alle comunità educative (Barbara Friia)
  5. La consultazione partecipata con genitori e bambini nei disturbi alimentari ed evacuativi in età prescolare (Elena Trombini e Federica Stortoni)
  6. La consultazione partecipata applicata ai percorsi di accompagnamento al lutto (Fiamma Buranelli e Isabella Lapi)
  7. Questioni di etica nella terapia di bambini con genitori (Isabella Lapi, Marco Macciò)

Il corso è rivolto a : psicoterapeuti, neuropsichiatri, pediatri, assistenti sociali, educatori.

Programma di ciascuna giornata

ore 9.30 – 12.30: conferenza introduttiva del relatore e discussione di un saggio preliminarmente indicato, inerente il tema della conferenza.

ore 13.30 – 15.30: supervisione di casi clinici, condotte da Fiamma Buranelli e Marco Macciò.

Docenti

 

 

Fiamma Buranelli è medico psicoterapeuta psicoanalitica.
Dopo la laurea in medicina e chirurgia conseguita presso l’Università Statale di Milano ha  svolto attività sia clinica che di ricerca presso l’Istituto dei Tumori di Milano. Successivamente si  è specializza in psicoterapia psicoanalitica di bambini, adolescenti e famiglie presso la Scuola di Psicoterapia Psicoanalitica (SPP ) di Milano.
Dal 1999 svolge privatamente l’attività di psicoterapeuta e come consulente del  CBDI Onlus, sviluppando la propria competenza soprattutto nell’ambito dell’ adozione e della cura dei bambini nella prima e seconda infanzia insieme ai loro genitori. Sotto la diretta supervisione e l’insegnamento di Dina Vallino studia e approfondisce l’utilizzo e la pratica del metodo di consultazione partecipata, applicandolo in differenti contesti.

Marco Macciò, filosofo, autore di saggi pubblicati su riviste italiane e straniere (Temps Modernes, Aut-Aut, Rivista critica di storia della filosofia ecc.), ha pubblicato Il pendolo di Galileo e, con Dina Vallino, Essere neonati: osservazioni psicoanalitiche.

Adriana Anderloni, Psicologa – Psicoterapeuta, esperta in psicologia clinica e dell’handicap. Dall’83 lavora all’interno di un’équipe multidisciplinare che si occupa di disordini dello sviluppo motorio (U.O. Neurologia dello Sviluppo, Fondazione I.R.C.C.S. Istituto Neurologico Carlo Besta. Milano)  Nell’85 ha introdotto con la supervisione di Dina Vallino  l’uso dell’estensione dell’Infant Observation, successivamente consultazione partecipata, nell’approccio riabilitativo al bambino affetto da paralisi cerebrale infantile con la sua famiglia.
Barbara Friia è psicologa-psicoterapeuta. Si è formata presso l’Università di Pavia, dove ha conseguito la laurea in psicologia clinica. Successivamente si è formata come psicoterapeuta a orientamento analitico presso la scuola di Specializzazione C.O.I.R.A.G. di Milano. Svolge l’attività libero professionale presso un Consultorio Familiare in Voghera e presso due studi privati a Pavia e a Milano. E’ psicoterapeuta presso due Comunità Educative di una Cooperativa Sociale che si occupa di minori allontanati dalle famiglie e/o autori di reati.

Grazie al lavoro con Dina Vallino, ha applicato la consultazione partecipata alle Comunità Educative nel lavoro con i ragazzi e con loro famiglie durante gli incontri protetti alla presenza degli educatori.

 

Elena Trombini, psicologa e psicoterapeuta  ad orientamento psicoanalitico, è  Professore di Psicologia clinica e Responsabile del Servizio di Consultazione per bambini e genitori del Dipartimento di Psicologia (Università di Bologna), di cui è stata Vice-Direttore. Ha svolto, per oltre 20 anni, attività di supporto psicologico a genitori e bambini nati prematuri presso l’Unità di Terapia Intensiva e Neonatale  dell’Azienda Ospedaliera Universitaria S.Orsola-Malpighi. Svolge attività didattica presso i Corsi di Laurea e di Specializzazione in Psicologia, Medicina, Pedagogia. L’attività clinica e di ricerca, evidenziata in pubblicazioni scientifiche nazionali e internazionali, riguarda l’ambito della prematurità, dei disturbi del comportamento alimentare ed evacuativo e delle metodologie di intervento in età evolutiva.

Federica Stortoni è psicologa psicoterapeuta d’orientamento psicodinamico, lavora con le famiglie migranti, con i bambini, i neonati ed i  loro genitori nel reparto pediatrico dell’ Ospedale Sant’Orsola ed al Centro clinico “Dina Vallino”dell’Università di Bologna. Ha vissuto dieci anni a Parigi lavorando in ambito istituzionale dopo essersi formata alla psicoterapia infantile ( Centro Alfred Binet) ed aver effettuato un dottorato di ricerca clinica in etnopsicoanalisi ( Università di Paris 8).
Isabella Lapi, Laureata in Filosofia, Specialista in Bioetica, Socio dell’Istituto Italiano di Bioetica, già Presidente del Comitato Etico dell’Azienda Sanitaria di Firenze. Psicologa Psicoterapeuta, Direttore U.F. Salute mentale Infanzia-adolescenza Azienda Sanitaria di Firenze sud-est. Membro Ordinario e Didatta con funzioni di training dell’Associazione Fiorentina di Psicoterapia psicoanalitica, conduce supervisioni e gruppi di studio e insegna ‘Teoria psicoanalitica’ e ‘Etica e deontologia’ presso la scuola di specializzazione AFPP.

E’ autrice di numerosi articoli tra cui Itinerari tra Etica e Psicoanalisi (Contrappunto n. 34), Il pensiero materno della cura (Contrappunto n.42), La stanza dentro (SPI Web), e contributi in libri, tra cui Un tempo per la maternità interiore (Borla, 2010).

Gli ambiti specifici di ricerca sono: trauma e lutto, psicologia perinatale, etica e psicodinamica delle relazioni di cura.

Si occupa della formazione di operatori della scuola, servizi socio-sanitari e, per conto dell’AFPP, del personale degli asili nido del Comune di Firenze.

Si è formata nella Consultazione Partecipata genitori-bambino con D. Vallino e nella Terapia di Gruppo Multifamiliare secondo il modello della psicoanalisi integrativa con E. Mandelbaum e C. Canzio, Società Psicoanalitica Argentina.

Componente dell’Osservatorio della Maternità Interiore, collabora al sito www.maternitainteriore.com.

2 pensieri su “Da Marzo 2016: Corso di formazione sulla “CONSULTAZIONE PARTECIPATA” secondo il metodo di Dina Vallino

  1. Mi chiamo Daniela Amadori sono psicoterapeuta infantile, trovo molto interessante la formazione che proponete e sarei interessata ad approfondire la tecnica della consulenza partecipata. Mi piacerebbe avere maggiori informazioni relative a costi e natura del gruppo di lavoro (grande/medio/piccolo gruppo e se composto prevalentemente da psicoterapeuti o anche altri operatori). Chiedo se tale formazione possa essere utile per approfondire la tecnica e poterla applicare nel lavoro clinico. Grazie

    Mi piace

  2. Gentili
    responsabili, purtroppo non ho potuto iscrivermi a questo corso per me di grande interesse. Sono una terapeuta ad orientamento psicoanalitico ed anche mamma di tre bambini molto piccoli per cui mi risulta per ora difficile venire a
    Milano. Abito in
    Emilia Romagna. Mi farebbe piacere essere aggiornata sulle vostre iniziative perché vorrei parteciparvi in futuro.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...